Etnapolis
Un prestigioso Centro Commerciale, una grande opera promossa dall’iniziativa privata che contribuisce allo sviluppo dell’economia locale. Terreni di proprietà, tutte le autorizzazioni edilizie e commerciali acquisite, l’efficienza dei progettisti e dell’impresa di costruzione e dei mezzi impiegati per la realizzazione del Centro.


IL PASSATO
La storia di Etnapolis ha inizio alla fine degli anni ’90, quando l’area sulla quale sorge il Centro, per la sua posizione e la sua estensione, cattura l’attenzione. Una prima attività di esplorazione, compiuta anche attraverso ricerche di mercato e consulenze finanziarie, dà conferma dell’intuizione. Subito si avvia la fase di progettazione di massima, con l’obiettivo di un insediamento commerciale fuori dai canoni tradizionali e avente l’ambizione di divenire luogo di incontri e acquisti, meta del nomadismo metropolitano. Quindi si individua l’architetto Massimiliano Fuksas, come depositario e interprete progettuale di tale aspirazione, e contestualmente si avviano le attività per lo studio di un project financing. Tutte queste fasi portano, a ottobre del 2003, alla posa della prima pietra.


IL PRESENTE
Il centro, che si sviluppa su una superficie lineare di circa 1 km, si divide in 3 grandi aree: zona grandi superfici, galleria centrale e zona loisir, queste aree oggi, sono in piena attività. La galleria su due piani con i suoi 130 negozi ed i vari punti di ristorazione; le grandi superfici dove alcuni colossi mondiali della distribuzione hanno proposto le loro insegne: alimentare con IperFamila, elettronica con Media World ed il bricolage con Leroy Merlin; la zona loisir ribattezzata "la Città del Gusto" con lo splendido multisala The Space ed i ristoranti etnici Old Wild West, Patatoons, Pizza&Piada, Arabian Kebab ed il trionfo del fast food con McDrive, in dirittura di arrivo il centro benessere.

UNA GRANDE OPERA CON TUTTE LE CARTE IN REGOLA, VINCENTE E SICURA.